Dott.ssa Federica Canepa
Odontoiatra
08.00 - 20.00 da Lunedi' a Sabato

“InciDENTI: nozioni di primo intervento”

Cosa fare se il bimbo subisce un trauma dentale?
Innanzitutto niente panico!
Una ferita, anche non profonda, provocata dai denti nell’impatto alle labbra, guance, lingua o gengive può provocare un notevole sanguinamento.
La conseguenza è un grande spavento per il bambino e per il genitore, o per chi è coinvolto nel primo soccorso.
Tranquillizzate il bambino, tamponate il sangue con garze sterili o fazzoletti puliti e posizionate del ghiaccio esternamente per ridurre l’infiammazione.
Con calma ispezionate il viso del vostro piccolo circoscrivendo la zona sanguinante per valutare se prendere provvedimenti più seri.
Se ci sono tagli profondi da richiedere punti di sutura o se gli incisivi hanno subito danni non prendete iniziative ma recatevi al Pronto Soccorso o dal dentista.

Dente da latte o permanente?
Se il dente oggetto del trauma è da latte, è bene comunque non sottovalutare il problema, perché questa caduta potrebbe andare a compromettere il dente definitivo. Il dentista, a seguito di una valutazione del trauma, potrà quindi optare per una limatura del dente scheggiato oppure per una terapia canalare.
Nel caso in cui il trauma interessi denti definitivi potrebbe essere molto utile recuperare il frammento staccato di dente e conservarlo in soluzione acquosa. In presenza di condizioni favorevoli si potrebbe infatti optare per una terapia conservativa consistente nell’adesione del frammento rotto.
Se il trauma invece dovesse provocare la perdita di un elemento dentale, conservarlo in una soluzione acquosa e contattare tempestivamente il dentista potrebbe essere estremamente utile, poiché un intervento rapido per il reimpianto entro circa 45 minuti dalla caduta potrebbe avere buone probabilità di successo.

Scarica il PDF così da avere qualche nozione di primo intervento per tamponare la ferita fino all’arrivo in pronto soccorso o dalla pedodontista.


© 2018 - Federica Canepa - P.IVA:10586550963